Da Techup a Fotozona

Fritz! AVM, prova completa del Fritz!WLAN Repeater N/G

di Raffaello De Masi

0
Prezzo:
99,00 euro, I.V.A. compresa
Pro:
  • Facile da mettere a punto. Può interfacciarsi con qualunque AP dello stesso standard
  • Include funzioni di streaming su rete FM
Contro:
  • La comune disposizione domestica delle prese di alimentazione impone la sua sistemazione molto bassa in un appartamento, con tutti i problemi relativi alla presenza di ostacoli. La sistemazione in alto , preferibile, impone un antiestetico collegamento elettrico
repeater 3.jpg
Giudizio:

Assolve alle funzioni tipiche di repeater senza la necessità di complicati e talvolta frustranti setup. Permette la distribuzione del segnale, con una rete a stella, in maniera semplice ed efficiente

Fritz! AVM, prova completa del Fritz!WLAN Repeater N/G

Gli esperimenti effettuati

Average: 2.8 (27 voti)
06
07 2010

Gli access point Wi-Fi di AVM ci sono sempre distinti per una serie di accorgimenti tecnici particolarmente raffinati; parliamo, in questo caso, soprattutto per quel che attiene al 7270, leader della serie, ricorderemo, oltre alle sofisticate funzioni VoIP di cui la serie Fritz! si è sempre vantata, la possibilità di utilizzare il sistema come sveglia, fax, segreteria telefonica e una serie di altri servizi minori.


L'idea iniziale era quella di verificare se fosse possibile utilizzare un Fritz! Repeater come bridge, vale a dire come anello intermedio di una catena più lunga. Ma già l'analisi della documentazione, confermata dalle successive prove, dimostrava ampiamente come questo non fosse possibile, soprattutto - è la spiegazione di carattere tecnico - perché questa operazione aumenta la latenza del sistema e, conseguentemente, la perdita di pacchetti. È questo il motivo per cui AVM ha escluso, in maniera definitiva, questa possibilità di collegamento a catena mentre un Fritz! Box può, al contrario,  gestire senza problemi fino a 254 ripetitori collegati a stella. In questo caso, come è facilmente intuibile, l'aumento di collegamenti determina una progressiva riduzione del rate, proprio perché la sequenza WLAN impiegata viene suddivisa tra tutti i dispositivi presenti nella rete.


La domanda più ovvia, in operazioni di questo tipo, è: "Come un repeater di questo tipo estende il segnale?" La risposta non è né semplice né univoca.

L'estensione della distribuzione è legata a numerose variabili, spesso tra di esse interferenti. Tra queste ricordiamo innanzitutto la potenza del segnale trasmesso dall'AP, la struttura dell'appartamento in cui la distribuzione viene effettuata (presenza di pareti e le loro tipologia costruttiva, l'esistenza di tubazioni metalliche e, ancora peggio, che trasportano acqua, le strutture in calcestruzzo armato il cui acciaio "ruba", anche in maniera molto consistente, il segnale, interferenza di apparecchiature elettriche tra cui quelle che disperdono sequenza random, come macinacaffè e asciugacapelli, o di una particolare banda che si sovrappone a quella di gestione, come avviene, nel protocollo b/g, con i forni a microonde), le condizioni ambientali più generiche. E’ opportuno anche ricordare che utilizzando un ripetitore, la velocità di trasmissione si dimezza per un principio di reciprocità.


Accertata questa impossibilità ci interessava individuare la compatibilità del ripetitore stesso con altri access point di marche differenti, in termini soprattutto di capacità di distribuzione del segnale. Per eliminare, per quanto possibile, ogni forma di variabile, abbiamo eseguito un test in una condizione ideale difficilmente ripetibile altrove.


Lo studio di chi scrive, sotto questo punto di vista, si trova in una posizione favorita in quanto, situato al terzo piano di un fabbricato, dispone, frontalmente, di un'ampia area libera e senza alberi, con un diametro di circa 1 km.

 


Commenti

Ultime Notizie

Venerdì 23 Marzo 2012

Mercoledì 8 Febbraio 2012

Martedì 3 Gennaio 2012

  • Top Brands 2011, sul web domina Google

    [Internet]

    Nielsen presenta la classifica dei brand più "frequentati" nel 2011: nel settore digitale per gli USA ci sono i siti, i social network, le piattaforme per i video e gli smartphone. Molte conferme e qualche sorpresa

    google_labs_100.jpg

Lunedì 2 Gennaio 2012

Venerdì 30 Dicembre 2011

  • Google Flights, polemiche ad alta quota

    [Internet]

    Nuovo canale di ricerca di Google, più completo negli USA, che permette non solo di cercare informazioni sui voli ma anche di prenotarli direttamnte dalle compagnie aeree: i servizi concorrenti protestano per abuso di posizione dominante

    google-flights_100.jpg