Da Techup a Fotozona

Apple-Flash, divorzio definitivo

Ancora nessun voto
24
10 2010
adobelogo.jpg

Di Raffaello De Masi

I nuovi Mac non includeranno, nel loro sistema operativo Mac OSX, il prodotto di Adobe

 

L'avviso è giunto venerdì, assieme a quello che avvisa la clientela che i nuovi MacBook Air saranno i primi prodotti senza l'utility.

Gli altri sistemi, nelle prossime settimane, saranno aggiornati, mano a mano che presso i rivenditori verranno esaurite le scorte dei desktop ancora giacenti.


L'utente Mac potrà installare Flash per proprio conto, non avendo Apple inserito, nei nuovi sistemi, alcun modulo per bloccare l'installazione o il funzionamento del prodotto.


Un portavoce dell'azienda, Bill Evans, ha riferito, in una conferenza, che il gruppo "sarà felice di continuare a supportare Flash su Mac ma che, in futuro, la migliore via per gli utenti per mantenere aggiornata e sicura la propria suite è quella di far riferimento direttamente al sito di Adobe".


L'evento coincide con la conclusione del servizio di supporto, da parte di Apple, degli aggiornamenti di sicurezza del prodotto.


Contemporaneamente Adobe ha annunciato di essere sul punto di produrre una routine di notifica di aggiornamento che verrà introdotta nella prossima versione di Flash Player per Mac, anche se non ha indicato alcuna data precisa per il rilascio. Si tratterebbe, in questo caso, di qualcosa di molto simile a quello che già avviene per gli utenti Windows.


Microsoft aveva introdotto Flash Player 9 anni fa, con l'arrivo di Windows XP ma ne aveva fermato la distribuzione bundle con l'introduzione di Windows Vista che, assieme a Windows 7, non include una versione preinstallato del programma.


In ogni caso, Microsoft e Adobe sono state sempre legate da un forte contratto di collaborazione tanto che Adobe ha già adottato una versione del Microsoft Software Development Lifecycle,, il programma di Redmond che aggiunge una chiave ulteriore di sicurezza ai prodotti del gruppo.
 

La contesa tra Apple e Adobe, che ha portato alla separazione del sistema operativo dalla installazione automatica, risale alla disputa scoppiata, un anno fa, quando Steve Jobs annunciò di aver escluso la popolare tecnologia dall'iPhone. La disputa assunse toni più aspri verso la metà di quest'anno, quando le due aziende si ritrovarono a competere per lo stesso problema alla presentazione di Apple iOS. Nell'occasione lo stesso Jobs riferì, in aprile, di aver escluso definitivamente dai piani dell'azienda qualsiasi supporto diretto delle utility.


Firefox e Google Chrome sono, sotto questo punto di vista, avvantaggiati; il primo dispone infatti di un plugin che individua gli aggiornamenti, mentre il secondo esegue la stessa operazione, direttamente, in background.

Fonte: Macworld

Termini legati all'articolo:

Commenti

Ultimi Articoli

uDraw, più seria anche per Xbox e Ps3

uDraw_X360_solo_periferica.jpg [HW&SW - Approfondimento]

Si rinnova la tavoletta grafica da console per giocare con il disegno. Ora alla versione Wii si affiancano due più potenti edizioni per le console Microsoft e Sony, con superficie touch e alta definizione. E per Natale sono arrivate le confezioni regalo.

L'idea di Steve

macintosh_b.jpg [HW&SW - Approfondimento]

Ricordo un Apple 2 che trent’anni fa faceva musica e il primo Macintosh che disegnava scarpe col mouse. Ma, come ha detto lui, gli anni migliori di Apple sono davanti a noi

AirMax5, lo Shuttle degli access point

cinque.png [Internet]

Un access point capace di trasmettere a una ventina di chilometri è un vero gioiello. Se poi garantisce una relativa protezione e immunità dalle interferenze e costa poco, merita più di uno sguardo d'attenzione

Sony, web e 3D a tutto campo

NX705_SU40NX1_QRIOCITY.jpg [Audio/Video - Approfondimento]

Sony offre una nuova gamma di contenuti e servizi web, a pagamento ma anche gratuiti, disponibili non solo sui TV ma anche su Bluray, PC, home theatre. E una nuova gamma di prodotti per fotografare e filmare in 3D

Fritz!Fon MT-F, oltre il cordless

AVM_FRITZBox_7390_und_FRITZFon_MTF_en_Web - 400.jpg [HW&SW]

A distanza tre mesi circa dalla disponibilità, sul mercato internazionale, del 7390, AVM gioca una carta originale presentando un apparecchio telefonico portatile dalle caratteristiche davvero singolari e del tutto innovative.

Prova Airlive WN-350R e Air3G

Wi-Fi System.jpg [HW&SW]

Airlive è una giovane azienda che ha saputo, in pochi anni, conquistare il mercato mondiale grazie a un'attenta individuazione di nicchia dei suoi prodotti e a una costante ricerca che l'ha portata a realizzare, negli ultimi tempi, periferiche di grande qualità e notevole interesse.
Partita come costruttore di router/modem di costo ragionevole dalle caratteristiche piuttosto standard, da un paio d'anni ha intrapreso la strada della realizzazione di prodotti più sofisticati, la cui punta dell'iceberg è rappresentata dal WHA-5500CPE, un potente access point outdoor capace di una copertura teorica fino a 25 km.


Ultime Notizie

Venerdì 23 Marzo 2012

Mercoledì 8 Febbraio 2012

Martedì 3 Gennaio 2012

  • Top Brands 2011, sul web domina Google

    [Internet]

    Nielsen presenta la classifica dei brand più "frequentati" nel 2011: nel settore digitale per gli USA ci sono i siti, i social network, le piattaforme per i video e gli smartphone. Molte conferme e qualche sorpresa

    google_labs_100.jpg

Lunedì 2 Gennaio 2012

Venerdì 30 Dicembre 2011

  • Google Flights, polemiche ad alta quota

    [Internet]

    Nuovo canale di ricerca di Google, più completo negli USA, che permette non solo di cercare informazioni sui voli ma anche di prenotarli direttamnte dalle compagnie aeree: i servizi concorrenti protestano per abuso di posizione dominante

    google-flights_100.jpg